Caro Ministro, una nuova discarica non è la soluzione!

Sergio Costa: “Serve una discarica ma sarà un centro di stoccaggio.”

La recentissima dichiarazione del ministro Sergio Costa sulla necessità di una discarica “controllata” , fondamentalmente per gli scarti della raccolta differenziata e per gli scarti di lavorazione dei TMB di Roma, appare non solo giustificata dalle normative ma anche dal protrarsi da oltre cinque anni della pratica di esportare i rifiuti e regioni italiane del centro e del nord.

Roma, la raccolta differenziata è ferma al 42%

Roma produce il 60% dei rifiuti di tutto il Lazio ed ha bisogno di TUTTE le infrastrutture ed impianti necessari a puntare sui RIFIUTI PULITI RICICLABILI, anche se il livello della raccolta differenziata è tuttora fermo al 42% e quindi servirà ANCHE un impianto di smaltimento per gli SCARTI INDIFFERENZIATI prodotti.

Un piano regionale di gestione dei rifiuti inaccettabile

Quello che non ci convince però è che mentre il ministro Costa continua a tenere in piedi la cabina di regia con la sindaca Raggi e con il governatore Zingaretti, la regione Lazio stia varando un Piano Gestione Rifiuti che solo a parole si basa sull’economia circolare e su una vera sostenibilità ambientale.

500 milioni di euro per un impianto per rifiuti sporchi e solo 50 milioni per il riciclo

Di fatto stanzia il 90% dei fondi pari a 500 Milioni di euro per un mega-impianto per RIFIUTI SPORCHI INDIFFERENZIATI a Colleferro che “recuperi materiali senza alcun valore economico dagli scarti dei TMB di tutto il Lazio” mentre stanzia solo il 10% dei fondi pari a 50 Milioni di euro per TUTTO IL LAZIO ROMA COMPRESA, quindi UN DECIMO per le infrastrutture e gli impianti DEDICATI AI RIFIUTI PULITI RICICLABILI potenziando la raccolta differenziata domiciliare, le isole ecologiche, i centri di riuso e gli impianti di compostaggio.

Roma spende 30 milioni di euro/anno per mandare l’organico in altre regioni!

Facciamo notare che dall’anno scorso e tuttora i rifiuti organici di Roma vanno negli impianti di compostaggio a Padova nel Veneto ed a Pordenone nel Friuli, appaltati con una spesa di oltre 30 Milioni di euro l’anno con cui si potrebbero costruire almeno 3-4 impianti di compostaggio a Roma stessa.

#MiRifiuto, un alternativa e +9.000 firme in Campidoglio!

La nostra alternativa è depositata in Campidoglio insieme a oltre 8.000 firme di cittadini che pretendono una gestione dei rifiuti DECENTRATA, EFFICIENTE e PARTECIPATA!

 #mirifiuto #deliberiamoroma

ADERISCI!

Aderisci alla campagna DeLiberiamo Roma e promuovi la delibera di iniziativa popolare per una nuova gestione dei rifiuti a Roma.

Scrivici subito!

Sostieni l'iniziativa con una donazione!

© 2019 Comitato Deliberiamo Roma

Realizzato da A.P.